Guide Palermo
Comunicazione

Visto quanto è stato disposto dal Presidente della Regione Siciliana per la Provincia di Palermo la giornata della Guida Turistica prevista a Termini Imerese il 29 febbraio e l’uno marzo è stata differita a data da destinarsi.

Giornata Internazionale delle Guide Turistiche

Prenota Ora

Sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo,
Passeggiata e Visita guidata di:
Palazzo di Città Cammara Picta
Duomo
Santa Caterina
Resti dell’Anfiteatro e Curia
Visita del Museo Civico
Orari di visita sabato e domenica:
9.30 10.30 15.00 16.00

Visita organizzata in collaborazione con Associazione BC,  Comune di Termini Imerese e A.N.G.T.
Contributo di € 2 da devolvere al restauro di un’opera della Città.

 

page1image1829152 page1image1829376 page1image3804672

IL 21 FEBBRAIO SI CELEBRA LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA GUIDA TURISTICA CON VISITE GUIDATE GRATUITE IN TUTTA ITALIA – EVENTI ANCHE IL 29 FEBBRAIO E IL 1° MARZO

La Giornata Internazionale della Guida Turistica, istituita nel 1990 dalla World Federation Tourist Guide Associations, è promossa Italia dalla ANGT (Associazione Nazionale Guide Turistiche) e coinvolge decine di associazioni di guide turistiche abilitate di tutte le regioni italiane. La Giornata si celebra il 21 febbraio ma dal 2013 le guide italiane scelgono anche un weekend in cui proporre ulteriori visite guidate gratuite a cittadini e turisti, con ottimi risultati di pubblico (mediamente 20.000 visitatori).

Quest’anno la manifestazione sarà dedicata a Marcella Bagnasco, scomparsa nel 2019: donna colta e appassionata, socia fondatrice e per molti anni presidente di ANGT, è sempre stata fiera sostenitrice di tutte le manifestazioni che danno risalto alla figura professionale della guida turistica abilitata.
Le associazioni locali di guide turistiche concentreranno le iniziative venerdì 21 febbraio, sabato 29 febbraio e domenica 1° marzo, con l’esclusione (per motivi tecnici) di pochi eventi. La lista delle visite guidate, con le relative locandine si può trovare sul sito dedicato www.giornatadellaguidaturistica.it e negli album fotografici della pagina Facebook “Giornata Internazionale della Guida Turistica”.
Nell’edizione 2020, anche a seguito dei danni provocati nello scorso autunno dall’acqua alta a Venezia e dal maltempo in molte regioni, i temi della manifestazione sono la tutela del patrimonio e il turismo sostenibile.

La lista delle proposte per la manifestazione va arricchendosi di ora in ora: con visite nella maggior parte delle regioni italiane.

Gli intenti e i valori della Giornata Internazionale della Guida Turistica:

  • –  Mostrare a cittadini e turisti luoghi preziosi ma meno conosciuti, in molti casi con l’apertura di siti normalmente non aperti al pubblico. La Giornata Internazionale della Guida Turistica intende favorire la scoperta di tutto il patrimonio culturale italiano, per dare un messaggio in controtendenza rispetto all’overtourism che sta affliggendo alcune località turistiche, spesso sovraesposte dal punto di vista mediatico.
  • –  Contribuire concretamente alla tutela del patrimonio, alla ricerca, all’aiuto a soggetti in stato di necessità
    Quest’anno le guide abilitate dell’Associazione Guide Turistiche di Venezia raccoglieranno fondi da destinarsi alla Scuola Dalmata dei SS. Giorgio e Trifone, danneggiata dall’acqua alta del 12 novembre 2019; le guide campane offriranno decine di itinerari differenti e attiveranno una raccolta per ABC Associazione Bambini Cardiopatici Napoli O.N.L.U.S; a Genova si raccoglieranno offerte da devolvere alla Comunità di Sant’Egidio e nella provincia di Treviso e a Termini Imerese (PA) ogni visitatore potrà contribuire alla conservazione di un monumento.
  • –  Presentare al grande pubblico la figura professionale della guida turistica abilitata e evidenziare il suo ruolo di “ambasciatore” del territorio in cui opera, essendo questa, spesso, una delle poche persone con cui il turista si trova a dialogare. La guida turistica trasmette l’essenza di un luogo al visitatore, a prescindere dalla sua provenienza, età e formazione: in questo senso, come proprio Marcella Bagnasco sempre ribadiva, è un vero e proprio mediatore culturale. La sua formazione, che continua costantemente anche dopo l’esame di abilitazione, è necessariamente multidisciplinare, per poter narrare non solo la storia e i monumenti di un luogo, ma anche le sue tradizioni e tutti gli aspetti della cultura immateriale.In un momento in cui il mercato predilige, come spesso si legge, locals (persone del luogo che dovrebbero veicolare l’esperienza vera di una località e del suo vissuto), le guide turistiche che si occupano delle visite per la Giornata Internazionale della Guida turistica sono orgogliosamente locali e specializzate sul loro territorio. Offrono gratuitamente le loro competenze professionali al pubblico, promovendo un tipo di volontariato autentico, in contrapposizione con la tendenza, purtroppo molto diffusa, di sostituire le prestazioni (giustamente pagate) dei professionisti culturali con il volontariato o con l’attività poco remunerata di soggetti non abilitati e, per lo più, in cerca di un lavoro “vero”.
  • –  Sollecitare i cittadini/consumatori a diffidare da chi conduce visite guidate abusivamente
    Chi offre visite guidate senza avere alcuna qualifica commette un abuso che può essere sanzionato e non offre, soprattutto, gli stessi standard di sicurezza e formazione al visitatore. Inoltre, generalmente, non paga i contributi fiscali.
  • –  Invitare i residenti alla scoperta di ciò che di interessante racchiude il proprio territorio
    Abituarsi a visitare il territorio dove si abita, quasi come se si fosse turisti a casa propria, accresce la propensione al rispetto per il patrimonio, il desiderio di contribuire alla sua conservazione e l’abitudine a investire tempo libero nella scoperta dei siti artistici e culturali meno conosciuti.Ringraziamo per l’attenzione e porgiamo cordialissimi saluti,
    La segreteria nazionale della Giornata Internazionale della Guida Turistica 15 febbraio 2020www.giornatadellaguidaturistica.it
    E mail: info@giornatadellaguidaturistica.it
    Pagina Facebook: Giornata Internazionale della Guida Turistica @GIDGT Twitter @GiornataGuida

 

PalermoEating

 

Chi viene a Palermo è attratto dalla gastronomia locale ricca di varietà e sapori.

Il nostro itinerario si svolge per le vie del centro storico e i mercati del Capo e di Ballarò, degusteremo le specialità, ne conosceremo gli ingredienti e la realizzazione.

Nei mercati ortaggi, frutta, verdura, pesce e carne fanno bella mostra di se. I bottegai attirano la nostra attenzione abbanniannu (acclamando) la qualità della merce esposta.

Durante la nostra passeggiata degusteremo le panelle, le arancine, lo sfincione, il pane con la milza e sua maestà il cannolo.

Costo della passeggiata € 35.00

Comprende: assaggio di panelle e cazzilli (crocchè di patate), un arancina, sfincione, panino con la milza, cannolo.

Tempo di percorrenza 3h

Percorso pianeggiante

Adatto ai diversamente abili

Lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, giapponese, ungherese, polacco

Domenica Favorita

Prenota Ora

 

PASSEGGIATA NEL PARCO REALE

 Programma: Villa Niscemi – Scuderie – Patriarca della Favorita – Palazzina Cinese

Visita del piano nobile della Villa Niscemi, durante la quale si parlerà del suo sviluppo architettonico e artistico, della storia dei personaggi che l’hanno vissuta.

Si prosegue per il Parco della Favorita, narrando le vicende storiche che ne hanno prodotto la nascita, la Villeggiatura nella Piana dei Colli, i sistemi produttivi adoperati nel settecento per rinnovare le tecniche agricole e di irrigazione.

Raggiunte le Scuderie Reali si prosegue per il Torrione Nord, la Stele Egizia, il Patriarca della Favorita e la Fontana di Ercole, percorso di particolare interesse naturalistico. Si raggiunge la Palazzina Cinese, progettata da Venanzio Marvuglia, è uno splendido esempio di architettura esotica coniugato con il più rigoroso classicismo. Visita degli appartamenti in cui abitarono Ferdinando III e Maria Carolina.

Fine del percorso.

P.S. Dal 19 aprile sarà possibile visitare il Museo Etnografico “G. Pitrè”

Durata della visita 3h

Lunghezza del percorso 2,5 km

Destinatari: Tutti, dalle famiglie con bambini alle persone della terza età

Difficoltà bassa

Attrezzatura: non è richiesta alcuna attrezzatura. Se il numero dei visitatori dovesse superare le dieci unita si utilizzeranno i Whispers il cui noleggio ha un costo di € 1,50 a persona

Le visite a Villa Niscemi e alla Palazzina Cinese non sono adatte ai visitatori con difficoltà motoria.

BICIcliAMO

Programma: Visita e Percorso in bici – Villa Niscemi – Bosco Niscemi – Giardino V. Florio – Scuderie Reali – Patriarca della Favorita – Palazzina Cinese

Visita del piano nobile della Villa Niscemi, durante la quale si parlerà del suo sviluppo architettonico e artistico, della storia dei personaggi che l’hanno vissuta.

Si prosegue in bici per il Parco della Favorita, narrando le vicende storiche che ne hanno prodotto la nascita, la Villeggiatura nella Piana dei Colli, i sistemi produttivi adoperanti nel settecento per rinnovare le tecniche agricole e di irrigazione. Si attraversa il Bosco Niscemi e si raggiunge il Giardino V. Florio, per proseguire in direzione delle Scuderie, Torrione Nord, la Stele Egizia, il Patriarca della Favorita e la Fontana di Ercole, percorso di particolare interesse naturalistico. Si raggiunge la Palazzina Cinese, progettata da Venanzio Marvuglia, è uno splendido esempio di architettura esotica coniugato con il più rigoroso classicismo. Visita degli appartamenti in cui abitarono Ferdinando III e Maria Carolina.

Fine del percorso.

P.S. Dal 19 aprile sarà possibile visitare il Museo Etnografico “G. Pitrè”

 

Durata della visita 3 ½ h

Lunghezza del percorso 6,5 km

Destinatari: Tutti, dalle famiglie con bambini alle persone della terza età muniti di bici.

Difficoltà bassa

Attrezzatura: È richiesta la bici. Per facilitare la visita si utilizzeranno i Whispers il cui noleggio ha un costo di € 1,50 a persona.

Le visite a Villa Niscemi e alla Palazzina Cinese non sono adatte ai visitatori con difficoltà motoria.

“ACCHIANIAMO”

Programma: Largo Sellerio (Piazza Cascino) – Santuario di Santa Rosalia

Durante la classica “acchianata” oltre a osservare gli splendidi scorci panoramici, la flora, si leggono brani dei grandi viaggiatori del passato ma anche del presente.

Raggiunto il Santuario si visita il Santuario, il Museo e il Gorgo di S. Rosalia. Il rientro lo si effettua con il bus AMAT di linea.

Durata della visita 3 ½ h

Lunghezza del percorso 3,7 km

Destinatari: Persone con buona efficienza fisica

Difficoltà media

Attrezzatura: non è richiesta alcuna attrezzatura. Se il numero dei visitatori dovesse superare le dieci unita si utilizzeranno i Whispers il cui noleggio ha un costo di € 1,50 a persona.

Le visite possono essere effettuate in alternanza con i programmi di visita dell’associazione AGT e/o del FAI

Translate »