PALERMO EBRAICA

PALERMO DA SCOPRIRE

  • Chiesa della Magione Chiostro

 

  • Biblioteca comunale “Leonardo Sciascia
  • Catacombe Mikweh
  • Archivio Comunale
  • Meschita
  • Chiesa della Magione
  • Giardino dei Giusti

DESCRIZIONE

Nell’anno 1492 l’editto di Isabella di Castiglia costrinse gli ebrei che da oltre un  millenio abitavano in Sicilia ad andare via. L’itinerario ha lo scopo di fare conoscere la testimonianza di un popolo che aveva dato il suo contribuito economico, sociale alla città. Ai margini della Giudecca i Gesuiti edificarono la propria Casa Professa oggi Biblioteca Comunale dedicata allo scrittore siciliano “Leonardo Sciascia”. Nel  cortile di Palazzo Marchese è stato ritrovato il bagno ebraico Mikweh, utilizzato per le purificazioni dei corpi. Si prosegue per l’Archivio Comunale, che sorge sulla precedente sinagoga, vi si conservano gli atti della nostra città dal XIV secolo ai nostri giorni. L’Archivio è in stile neorinascimentale, progettato da Giuseppe Damiani Almeyda, la sala che porta oggi il suo nome, ha l’aspetto di una sinagoga. Ci si incammina per il quartiere della Meschita e Lattarini, lungo la Via Alloro è il Giardino dei Giusti ed infine si raggiunge la Chiesa Normanna della Magione, nel quale si custodisce la vera di pozzo con iscrizione ebraica.

INFORMAZIONE SUL  PERCORSO

      • Durata: 4 ore
      • Lunghezza: Circa 2 Km
      • Punto di partenza delle visite: Museo Archeologico “Salinas”, Piazza Olivella
      • Punto di arrivo delle visite: Piazza Marina
      • Giorni previsti per la visita: Da Lunedì a Domenica
      • Orario di partenza: da concordare

N.B. Non tutti i monumenti sono accessibili ai visitatori con difficoltà motoria 

PREZZI INGRESSI: Chiesa della Magione € 3

Compenso guida turistica € 150